Cosa facciamo?

Contattaci per avere ulteriori informazioni sui nostri trattamenti e prenotare la tua prima visita gratuita.

045-8340480
Verona

045-8520293
Castel D'Azzano

Chirurgia Orale

Nonostante uno dei piu’ nobili compiti dell’odontoiatra sia quello di conservare il piu’ a lungo possibile gli elementi dentali, capita talvolta di dover procedere ad un’estrazione poiche’ non e’ piu’ possibile “curare” le normali patologie a cui puo’ andare incontro un dente. Un discorso a parte deve pero’ essere fatto per i terzi molari (anche definiti denti del giudizio). Questi denti (che erompono normalmente tra i 17 e i 21 anni) vengono spesso estratti per salvaguardare e prevenire patologie a carico dei denti adiacenti, o per ripetute infezioni.

Quali sono i problemi causati dai denti del giudizio?
Spesso accade che mandibola ed osso mascellare siano troppo piccoli per permettere la normale eruzione dei denti del giudizio. Questi potranno quindi essere parzialmente o totalmente inclusi nell’osso e nella gengiva, e condurre a patologie che si risolvono talvolta solo con la loro estrazione, nonostante costituiscano, quando sono sani, un patrimonio per la bocca del paziente. Le estrazioni dei denti del giudizio sono indicate in pazienti giovani, in modo da intervenire quando gli elementi non si siano completamente formati, previo precisa diagnosi intercettiva. Intervenire in anticipo comporta minor invasività nell’estrazione consentendo un minor tempo di guarigione, riducendo al minimo i fastidi post operatori.

Cosa accade dopo l’estrazione?
Al termine di un’estrazione, specialmente per gli elementi dell’arcata inferiore, e’ possibile notare gonfiore e fastidio, che sono normale parte del processo di guarigione. La sensazione di intorpidimento e formicolio della zona possono persistere per un periodo limitato di tempo dopo l’estrazione per poi scomparire. Il dolore si presenta spesso quando termina l’effetto dell’anestesia, e puo’ essere controllato con l’assunzione di un antidolorifico. Il sanguinamento viene controllato in sede chirurgica(con sutura ed elettrocoagulazione), e il paziente viene dimesso a solo quando il processo di coagulazione e completato. Il gonfiore raggiunge dopo 24 ore dall’intervento le massime dimensioni e puo’ durare fino ad una settimana.

Ricordiamo che i sintomi e i segni sopra elencati possono presentarsi anche per le estrazioni di denti diversi da quelli del giudizio, in maniera proporzionale al tempo impiegato per l’estrazione e le difficoltà che variano da caso a caso. Per i suddetti motivi le estrazioni dentarie possono essere paragonate ad interventi chirurgici veri e propri, ed e’ per questo necessario attenersi ad alcune semplici regole e precauzioni nei giorni successivi. Seguire le indicazioni accelerera’ il processo di guarigione evitando spiacevoli complicazioni Anche la frenulectomia fa parte della chirurgia orale ed e’ la rimozione del frenulo tra i denti incisivi superiori. Si esegue in anestesia locale ed e’ un intervento molto semplice e completamente indolore. La chirurgia orale è effettuata con ausilii ad alto ingrandimento e può essere svolta in sedazione cosciente.

Ci trovi a Castel D'Azzano e in centro a Verona.